Federazione Coldiretti Padova

Informazioni generali sul territorio della Provincia

La Struttura Coldiretti:

Sistema Servizi Coldiretti:

Link consigliati da Coldiretti:

Le Federazioni Provinciali Coldiretti:

Ricerca nel sito Coldiretti:


Area Riservata:

Utente

Password

Home > Coldiretti Padova > News & Eventi

News & Eventi

Informazioni Coldiretti

N. - 14/04/2019

MILLE PECORE IN PRATO DELLA VALLE ACCOLTE DALLA CITTA’ IN FESTA

Durante la tosatura sotto gli occhi di migliaia di padovani sono nati ben 15 agnellini. Coldiretti Padova: “apriamo le vie della transumanza, diamo un futuro ai nostri pastori e alle tante imprenditrici che hanno abbracciato questa affascinante e impegnativa professione”


IL NUOVO VIDEO DI UN GIORNO DA PASTORE

In allegato alcune immagini della giornata, a questo collegamento la raccolta fotografica completa:
https://mega.nz/#F!sgZ0kSLI!8NsOGEh5M5W30S6eYWNCSQ 

GUARDA QUI IL VIDEO DELLA GIORNATA!

I pastori hanno mantenuto la promessa e per la prima volta hanno portato un gregge nel cuore di Padova. Puntuali e di buon passo mille pecore accompagnate da un team di trenta fra pastori e accompagnatori stamattina hanno raggiunto le porte della città lungo gli argini e sono entrare in Prato della Valle salutate dai padovani. I pastori della Coldiretti hanno regalato alla città l'immagine inedita di un folto gregge in una delle più grandi piazze d'Europa, all’indomani della minaccia del presidente degli Stati Uniti Donald Trump di mettere i dazi su un prodotto simbolo dell’agroalimentare Made in Italy come il pecorino, con il rischio di mettere in ginocchio i formaggi e le greggi italiane. Ad accompagnare il gregge Chiara Bortolas, leader veneta e vicepresidente nazionale Donne Impresa della Coldiretti insieme al team di pastori. La storica manifestazione, senza precedenti, che ha invaso la città con pecore, cani, muli e cavalli avvia la tradizionale transumanza verso i pascoli di montagna che l’Italia ha candidato a patrimonio dell’umanità dell’Unesco. 
E’ stata una festa per l’intera città e per i padovani che hanno affollato il Prato per tutto il giorno. Una giornata all’insegna della vita dei pastori con dimostrazioni di tosatura, esercitazione con i cani pastore e assaggi di pecorino ma anche selfie con gli agnelli  e laboratori didattici per i più piccoli per far conoscere la vita dei pastori,  un mestiere a rischio di estinzione non ci sono solo i dazi di Trump e le guerre commerciali globali ma – evidenzia la Coldiretti – anche per gli attacchi degli animali selvatici, la concorrenza sleale dei prodotti stranieri spacciati per nazionali e il massiccio consumo di suolo che in Italia ha ridotto drasticamente gli spazi verdi e i tradizionali percorsi lungo i fiumi fino ai pascoli di altura storicamente usati per la transumanza delle greggi.
E’ stata anche la festa della vita e Prato della Valle la culla di nuove 15 nascite. Insolita nursery per il gregge di Mattia Marcato di 'Pascoli Alti'. Le mille pecore che hanno animato la Domenica delle Palme dei cittadini padovani proseguiranno insieme a tutti gli agnellini, compresi quelli nati oggi, alla volta dei pascoli montani fra Veneto e Trentino, da dove garantiranno la produzione di lana e di latte. Migliaia i visitatori che hanno affollato la piazza per assistere alla tosatura degli ovini. Un capo ogni due minuti grazie ad oltre trenta addetti specializzati. Tutta la lana è stata raccolta per la successiva lavorazione, anche se per i pastori più che un profitto rappresenta un costo. Massima l’attenzione sotto il profilo sanitario e del benessere animale, con la supervisione del Servizio Veterinario dell’Uls 6 Euganea. Qualche inevitabile taglietto dovuto alle lame rapide è subito medicato dal personale attento e i lavori sono continuati fino al pomeriggio. “Uno strato di lanolina protegge la pelle in questo periodo - ha spiegato Chiara Bortolas, vice presidente nazionale di Coldiretti Donne Impresa - è un isolante naturale che permette agli animali di avere sempre la stessa temperatura corporea” . 
A fare da contorno alla manifestazione il grande mercato di Campagna Amica allestito accanto all’ovile, con numerosi prodotti freschi e di stagione proposti dalle aziende agricole padovane e laboratori per grandi e piccoli, alla scoperta delle tipicità del nostro territorio, fra assaggi golosi. Una folla ha seguito poi la benedizione delle persone presenti, di pastori e del gregge da parte di Padre Oliviero Svanera, Rettore della Basilica del Santo, che ha lodato e incoraggiato i pastori nel loro impegno quotidiano. 
“Ringraziamo l’amministrazione comunale di Padova - ha aggiunto Massimo Bressan, presidente di Coldiretti Padova, insieme al direttore Giovanni Roncalli - per averci accolto direi a braccia aperte e assistito in tutta la complessa organizzazione dell’evento, in ogni fase. Compresa quella dell’igiene e pulizia, assicurate lungo il tragitto cittadino grazie all’immediato passaggio, subito dopo il gregge, dei collaboratori di Pascoli Alti seguiti dalla spazzatrice dell’Aps che ha lavato e pulito più volte anche la porzione di Prato percorso dal gregge. Nessun animale è entrato nell’Isola Memmia o salito sull’erba. Le pecore, controllate dal punto di vista sanitario insieme ai cani che le hanno accompagnate, sono state accolte in  un grande ovile con paglia e tessuto non tessuto, materiale poi rimosso e smaltito al termine della giornata. Rinnovo il ringraziamento al sindaco Giordani, al vice Lorenzoni e all’assessore Bressa in piazza con noi insieme all’assessore Miotti e a molte altre autorità che hanno voluto portare il sostegno ai nostri pastori”. Tra loro il presidente della Camera di Commercio Santocono, il senatore Antonio De Poli, il consigliere provinciale Vincenzo Gottardo e molti altri ancora. A portare l’esperienza delle donne imprenditrici la responsabile provinciale di Donne Impresa Padova Valentina Galesso insieme alla giovane pastora Katy Mastorci, trevigiana, che ha lasciato il mondo della ricerca universitaria per dedicarsi a tempo pieno al proprio gregge.
“Da Padova arriva una lezione di grande civiltà per tutte le amministrazioni che ancora sanzionano o bloccano il transito lungo vie ormai urbanizzate. - ha continuato Bortolas ricordando che lo scorso novembre è stata depositata la proposta di legge per riattivare in Veneto le “vie dei pascoli”- Le agricoltrici si sono fatte carico di promuovere una legge regionale che armonizzi chi si interfaccia con questa attività, privati o pubblici amministratori ed enti, sollecitando l’attenzione anche della politica. Il riguardo per la pastorizia italiana deve essere sempre alto – conclude Bortolas – a minacciare il settore sono le guerre commerciali globali e la concorrenza sleale con i prodotti stranieri spacciati nel mondo come “Made in Italy”.
Un annullo postale appositamente preparato da Poste Italiane ha accompagnato le cartolina souvenir dell’evento, tra cui quella con lo scatto avvenuto proprio nel momento topico per immortalare un’immagine che ha già fatto il giro d’Italia.  Spazio anche alla prevenzione e alla salute con l’impegno dei giovani di Coldiretti a fianco della Fondazione Foresta per la campagna di prevenzione del tumore del testicolo. Per tutto il giorno hanno distribuito in Prato il simpatico pacchetto contenente due uova due uova con la scritta ironica “Le uova? Meglio senza sorprese” ed il prospetto informativo con le istruzioni per prenotare una visita gratuita di screening andrologico presso i locali della Fondazione Foresta.

Stampa

A cura dell'Ufficio Stampa Coldiretti Padova
contatta: padova@coldiretti.it
Federazione Provinciale Coldiretti Padova
Tel. +39 049 8997311 - Fax +39 049 8997345
P. IVA 00073450280